Impostazioni cookies
Impostazioni cookies

Se non accetti i cookies tecnici o strettamente necessari, non puoi continuare la navigazione in questo negozio e ti reindirizzeremo a un altro sito. Sei sicuro?

Non è possibile accettare cookie di terze parti e non accettare i cookie tecnici.

Is Cosingius di Alessio Orrù

Pubblicato : 16/02/2018 18:24:10
Categorie : Interviste artigiani Rss feed

Oggi vogliamo parlarvi di un giovane artigiano che ha fatto della sua passione un mestiere, lui è Alessio Orrù. Alessio ha riscoperto un antico mestiere che si andava perdendo, il calzolaio.

Lui si occupa della produzione di calzature e manufatti in pelle.

Ha iniziato a produrre piccoli oggetti in pelle, come bracciali e cinture, motivato da un forte senso di appartenenza alla cultura sarda, e appassionato nel riscoprire gli antichi mestieri.

Si è accostato a questo lavoro grazie ad alcuni anziani del suo paese d’origine che gli hanno insegnato le basi per la costruzione della calzatura tradizionale sarda.

Da qui la decisione di fare della sua passione un lavoro e specializzarsi professionalmente come tecnico calzaturiero presso alcuni professionisti marchigiani.

Dopo la sua formazione ha deciso di aprire la sua attività che gestisce da oltre10 anni.

Alessio parlando delle sue calzature ci ha detto: “le calzature che realizzo sono interamente realizzate a mano, partendo da un’idea di personalizzazione del prodotto finito, utilizziamo solo conce vegetali naturali, materiali utilizzati fin da tempi lontani, come ad esempio la vacchetta e le fibre vegetali utilizzate per la cucitura a mano delle scarpe".

Una ricerca quindi, di antiche tecniche e materiali naturali per ricreare un prodotto a basso impatto ambientale.

 La pelle si presta a diversi tipi di lavorazione, da   essa  Alessio ricava borse, cinture e le tradizionali   tascheddas che sono le antiche borse del pastore;   venivano prodotte con le pelli di capra e capretto,   oggi da noi realizzate con pelli più pregiate di   bufalo  e vitello, a cui aggiungiamo dei tessuti filati   a mano o broccati tipici.

 Da diverso tempo si dedica anche alla vendita e   alla stilizzazione dell’abbigliamento tradizionale   sardo collaborando con le migliori sartorie sarde. 

Realizza abbigliamento tradizionale, ma con un tocco di innovazione. I materiali utilizzati sono il velluto, l’orbace la mussola per realizzare le camicie. I cotoni che utilizza sono il velluti Visconti di Modrone, Ermenegildo Zegna, e 3effe.

          

Alessio gestisce il suo laboratorio con grande passione e dedizione che viene apprezzata dai suoi clienti che aumentano anno dopo anno. Ma non è tutto oro ciò che luccica, perché Alessio ci ha parlato della concorrenza dei grandi marchi che creano delle calzature in serie con un prezzo concorrenziale che va a penalizzare l’artigiano che invece realizza a mano dei pezzi unici. L’acquirente medio che acquista solitamente le scarpe della grossa distribuzione.

Ci dice Alessio: “purtroppo l’acquirente medio non comprende affondo il lavoro che si trova dietro la creazione di una calzatura realizzata a mano. Non pagherebbero lo stesso prezzo di una scarpa di un marchio conosciuto e costoso per comprarne una fatta a mano, non comprendendo il valore aggiunto che può dare l’artigiano nel realizzare un prodotto unico e di migliore qualità, rispetto ad un prodotto realizzato in serie industrialmente”.

 

Nonostante le difficoltà legate alla concorrenza e ai tempi che stiamo vivendo, Andrea continua a lavorare nel suo laboratorio di Senorbì ed ora si è unito a Original Sardinia per intraprendere la strada della vendita online.


Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)